[ALT dell' immagine: Una gran parte del mio sito è inutile se tenete escluse le immagini!]
e‑mail:
William Thayer

[ALT dell' immagine: Link to a page in English]
English

[ALT dell' immagine: Link ad un' altra pagina di questo sito]
Aiuto
[Collegamento al livello immediatamente superiore]
A monte

[ALT dell' immagine: Link alla pagina principale del sito]
Home

I Bambini visti con gli occhi dei romani


[ALT dell' immagine: Da un bassorilievo marmoreo: Un bambino di circa tre anni che indossa una toga e una bulla pretexta e si stringe al braccio di un adulto.]

Un bambino della famiglia imperiale, dall' Ara Pacis a Roma

Essere bambino ed essere Romano sembra essere del tutto antitetico, stante l' enfasi romana sulla gravitas, e i pochi ritratti di bambini nella Roma antica, veramente sembrano guardare oltre a loro verso qualcos'altro. Al momento presente, mentre riordino le mie riflessioni (e alcune foto migliori e più rappresentative) non ho creato un vero subsito sui bambini, mi limito a fornire un piccolo indice del materiale sparso per tutte le mie pagine:


[ALT dell' immagine: Primo piano di un rilievo marmoreo: testa di un bambino.]

Tre bambini della famiglia imperiale appaiono sull'Ara Pacis: probabilmente i suoi nipoti Gaius, Lucius e Agrippa. Il ritratto sembra molto realistico, ma essi sono usati quali mezzi di propaganda; e il maggiore, che deve avere avuto 10 anni, viene rappresentato sostanzialmente come un adulto.
[ 1 pagina, 2 immagini ]


[ALT dell' immagine: Piccolo medaglione ovale in mosaico ritraente piuttosto schematicamente un infante con un serpente per ogni pugno.]

[Ercole a Volubilis]: di nuovo, non il vostro normale bambino. Un ritratto delle forze naturali primigenie tratto dalla mitologia greca, più una aide-mémoire iconografica che una rappresentazione dell' infanzia.
[ 1 pagina, 1 immagine ]


[ALT dell' immagine: Un bambino di circa otto anni che si nasconde raggomitolandosi tra le vesti di sua madre: intagliato angolarmente in una pietra molto dura.]

Con [il Massacro degli Innocenti] raggiungiamo il nadir, naturalmente: i bambini come una minaccia da distruggere. Questo soggetto cristiano, visto qui attraverso gli occhi di uno scultore longobardo dell' alto medio-evo — Tarda antichità in effetti, non poi così lontano dall'epoca romana — assolutamente qui è di casa: dal venerare la forza alla crudeltà verso il debole c' è solo un passo; e i romani lo fecero.
[ 1 pagina, 1 immagine + un primo piano ]

zzz

Un bambino romano, specie se della classe superiore, indossava la bulla al collo. Questa piccola pagina fornisce dettagli ulteriori.
[ 1 pagina, 1 immagine ]

Sito aggiornato: 16 Dic 98